COSE DA SAPERE

AZIONI O STOCKS

Un’azienda che vuole raccogliere denaro da investire per crescere ulteriormente emette delle azioni, che di fatto sono “piccole parti” dell’azienda.

L’investitore che compra le azioni di un’azienda diventa in pratica possessore di una parte piu’ o meno piccola in base a quante azioni compra.

Esempio, se ti piace l’azienda X e reputi che sia solida e possa crescere nel tempo, compri le sue azioni e parteciperai alla crescita di quell’azienda (ma anche ai momenti di difficoltà).

La cosa stimolante è che puoi investire in aziende che ti piacciono e contribuire alla loro crescita vedendo aumentare di conseguenza il tuo capitale investito e per di piu’ se l’azienda paga i dividendi riceverai periodicamente dei pagamenti direttamente sul tuo conto corrente.

Ogni azione è caratterizzata da un codice alfanumerico che si chiama ISIN e ogni azienda avrà il proprio ISIN per le proprie azioni.

Non spaventatevi per questi codici, sono semplicemente il “nome” delle azioni.

Ovviamente le plusvalenze (guadagni ottenuti dalla crescita del valore del titolo) e i dividendi (vedi sotto) sono da considerarsi come importi lordi, per cui in base alla legge italiana verranno tassati al 26%.

stock market, trading, stocks-6531146.jpg
dollar rate, world economy, boom-1881265.jpg

ETF (Exchange Traded Fund)

Una volta spiegate le azione arriviamo a questi strumenti finanziari che mi piacciono molto e sono adatti agli investitori alle prime armi….gli ETF.

Detto in parole semplici gli ETF non sono altro che un “paniere” che contiene tante azioni.

Il punto di forza di questi strumenti è la diversificazione, perchè comprando una quota di un ETF automaticamente investi in un insieme di azioni divise per aree geografiche e vari settori senza dover comprare le singole azioni.

Faccio due esempi:

– il famosissimo ETF MSCI World è un paniere che contiene tutte le aziende piu’ potenti del mondo (Microsoft, Apple, Amazon, ecc) e comprando queste quote investi in tutte queste azioni in un colpo solo;

– l’ETF Emerging Markets investe in un paniere di azioni del paesi emergenti tra cui ad esempio Brasile, Cina e Taiwan (Taiwan semiconductor, Samsung, Alibaba, ecc);

Ce ne sono tantissimi e ti consiglio di andare a cercarli e trovare quelli che preferisci.

Questo è il link del sito che utilizzo per la ricerca degli ETF e quando cerchi accertati che nel nome dell’ETF sia presente la sigla UCITS che significa che quell’ETF è regolamentato a livello europeo e ti eviti possibili fastidi burocratici.

Hanno bassissimi costi di gestione e sono scambiati in borsa come le azioni.

DIVIDENDI

“Sai qual’è l’unica cosa che mi dà piacere? Vedere i miei dividendi in arrivo” cit. John D. Rockfeller

Un’affermazione un pò esagerata detta dall’uomo piu’ ricco della storia ma che contiene un concetto fondamentale, cioè quello di mettere i soldi a lavorare per te investendoli per poi raccoglierne i frutti (dividendi e plusvalenze) senza fare niente.

Ma cosa sono i dividendi?

I dividendi sono una parte degli utili che le aziende che li pagano distribuiscono agli investitori.

Detto in modo semplice:

Alcune aziende (non tutte) decidono che ogni anno una parte dei guadagni la darà agli investitori in segno di riconoscenza per aver investito nell’azienda.

Supponiamo che l’azienda decida di dare 1 euro di dividendo per ogni azione posseduta, per cui se tu possiedi 1000 azioni di quell’azienda riceverai 1000 euro di dividendo (lordi da cui bisogna togliere il 26% di tasse per cui sono 740 euro netti) senza fare niente.

Sembra troppo bello per essere vero ma è così…immaginate nel tempo di costruirvi un portafoglio di azioni ed ETF che pagano dividendi e di acquistarne sempre di piu’ investendo parte di ogni vostro stipendio….nel corso del tempo vedrete che vi creerete delle ottime entrate economiche aggiuntive che miglioreranno la vostra vita….senza fare niente!

money, finance, business-2696238.jpg

ATTENZIONE!

Non voglio darvi consigli di investimento e non voglio che investire diventi un’ossessione tale da farvi prendere scelte sbagliate.

Il messaggio che voglio trasmettere è che investire è gratificante ed è essenziale per poter migliorare la qualità delle nostre finanze…ma ognuno di noi deve approciarsi in modo personale in base alle proprie possibilità e deve vivere gli investimenti con serenità e senza farsi prendere da ansia o paure.

Se non ve la sentite di aprire un conto trader e investire in autonomia come ho fatto io potete rivolgervi alla vostra banca e vi guideranno loro nel processo di selezione titoli e cifre.

L’importante è che facciate tutto con serenità e consapevolezza!

Torna in alto